Una società per relazioni -strade alternative alla violenza – anche PUC tra i soggetti organizzatori

Anche la nostra associazione Psicologia Urbana e Creativa tra i soggetti organizzatori degli eventi della rassegna UNA SOCIETA’ PER LE LE RELAZIONI – strade alternative alla violenza” in collaborazione con il Comune di Ravenna.

Dopo l’inaugurazione della mostra alla Casa delle donne di via Maggiore 120 “Il mondo contro la violenza sulle donne” – aperta fino al 15 novembre di martedì, giovedì e venerdì dalle 9,30 alle 12 e lunedì e mercoledì dalle 15 alle 18 fino al 15 novembre – gli appuntamenti previsti nel calendario della rassegna “Una società per le relazioni. Strade alternative alla violenza” fanno tappa nelle scuole superiori per approfondire la tematica della educazione di genere.
Oggi, mercoledì 9 novembre alle 14.30 all’Ites Ginanni in via Carducci 11 si svolgerà l’incontro pubblico, rivolto in particolare ai docenti come formazione, dal titolo “Storie adolescenza e linguaggi per una didattica di genere”. Sarà relatrice Rosangela Pesenti, consuellor e formatrice.
Venerdì 11 novembre sarà il Mama’s club via san Mama,75, alle 21.30, a ospitare la giornalista e scrittrice Giuliana Sgrena che presenterà il suo libro “Dio odia le donne” (Edizioni Il Saggiatore) coadiuvata dalla giornalista Carla Baroncelli.
Nella sua opera “Giuliana Sgrena – si legge nella prefazione- svela e denuncia tutte le forme di questo odio nei confronti delle donne. Da fenomeni estremi come l’infibulazione «faraonica» e lo stupro di guerra, che se ripetuto per dieci volte fa sì che la donna sia finalmente convertita, a tragedie dolorosamente quotidiane come il femminicidio, versione contemporanea ma non meno cruenta del delitto d’onore, con cui il maschio rivendica il possesso della moglie, figlia, sorella, il diritto di deciderne la vita o la morte. Ma esistono anche prevaricazioni più sottili e subdole, come l’ideale di purezza e verginità, che condiziona le donne nelle scelte di vita, nel ruolo sociale, perfino nell’abbigliamento.
Giuliana Sgrena manda in frantumi le consuetudini e risale alla radice stessa della sottomissione femminile, mostrando quanto ancora oggi la legge della religione riproduca la subalternità della donna al «primo sesso». Dio odia le donne è un libro che ferisce. Dopo averlo letto, nessuno potrà più avere dubbi: il Dio degli uomini ha sempre odiato le donne, e il suo odio non accenna a diminuire”.
La rassegna “Una società per le relazioni. Strade alternative alla violenza” è organizzata dall’Assessorato alle politiche e cultura di genere e da diverse realtà locali in occasione della giornata internazionale contro la violenza di genere, 25 novembre. Gli appuntamenti si svolgeranno fino all’11 dicembre.

https://www.facebook.com/Immagini-Amiche-Ravenna-1555979551311806/

http://www.immaginiamicheravenna.it/

http://www.comune.ra.it/Notizie-di-copertina/25-novembre-giornata-contro-la-violenza-di-genere.-gli-appuntamenti-per-la-rassegna-Una-societa-per-le-relazioni.-strade-alternative-alla-violenza

#SI GIOCO – NO AZZARDO

SI GIOCO – NO AZZARDO
la prevenzione dei minori passa per gli adulti

In questi anni il gioco d’azzardo ha assunto dimensioni allarmanti!

COSA POSSIAMO FARE PER EVITARE CHE I MINORENNI SCIVOLINO INCONSAPEVOLMENTE VERSO L’AZZARDO?

  • DI GIOCO IN GIOCO –

Incontri formativi, completamente gratuiti, a carattere ludico-esperienziale,

rivolti agli adulti e genitori, per approfondire le tematiche del gioco d’azzardo

e dei rischi per i minori.

Organizzato da Psicologia Urbana e Creativa l’Associazione per lo studio del gioco d’azzardo e dei comportamenti a rischio A.L.E.A.

Come riportato in letteratura, anche i minorenni sono sempre più spesso esposti al rischio di sviluppare problematiche d’azzardo.
Possono iniziare a giocare precocemente, anche verso i 10 anni e talvolta prima.
Infatti, la facile accessibilità a giochi come i gratta e vinci, i giochi on-line le new-slot, alcune ticket redemtion, ecc., e la particolare vulnerabilità dei minorenni, favoriscono un atteggiamento fin troppo orientato all’azzardo e all’idea di una facile vincita.
La pubblicità ingannevole, la scarsa conoscenza delle implicazioni del gioco d’azzardo e della casualità, assieme alla sua accettazione culturale e sociale, fanno dei minorenni una facile preda. Pertanto è importante che gli adulti siano consapevoli dei rischi dell’azzardo e di come un atteggiamento poco attento possa favorire lo sviluppo dei tale problema e nel corso del tempo una possibile dipendenza.

Per informazioni e pre-iscrizioni contattare:

+3936669928080
+390544463501 [ore pasti]
info@pucravenna.org

ORGANIZZAZIONE
Dott. Gianni SAVRON
Dott.ssa Laura CASANOVA
Dott.ssa Ganna UKRAYINETS
Dott.ssa Elisa MAGNANENSI
Dott.ssa Simonetta GUERRINI

L’incontro si svolgerà a Ravenna in via Majoli, 8 presso la parrocchia S.MARIA del Torrione – Sala Castelli
in una sola data ripetuto nelle seguenti giornate:
7 novembre
21 novembre
28 novembre
5 dicembre
[numero massimo di partecipanti per serata 25/30]
Per scegliere in quale giorno partecipare

occorre iscriversi telefonando ai contatti sopraindicati

www.pucravenna.org

#PUCravenna
#SIGIOCONOAZZARDO

Questo slideshow richiede JavaScript.

https://www.facebook.com/events/134810710321613/